Il presidente Cesare Baldrighi: “I Consorzi di tutela sono pronti a collaborare con il Ministro Patuanelli e il nuovo Governo per offrire la loro rete di imprese nei territori per sostenere la transizione ecologica e attuare i progetti del PNRR”

I migliori auguri di buon lavoro al neo Ministro delle politiche agricole, alimentari e forestali Stefano Patuanelli, da parte del sistema dei Consorzi di tutela delle oltre 300 produzioni agroalimentari DOP IGP.

Piena disponibilità e collaborazione al Ministro Patuanelli, sin da subito – sottolinea Cesare Baldrighi, presidente Origin Italia –, per affrontare le importanti sfide che ci attendono, sia in Italia sia in Europa; in particolare per affrontare i processi di riforma in atto sul tema agricolo ed alimentare, per sostenere la transizione ecologica e attuare i progetti del Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR)”.

La pandemia ha accelerato le necessità di un ripensamento radicale dei modelli di produzione, distribuzione e consumo del cibo e questo comporterà delle scelte politiche e strutturali molto importanti. Sarà importante confrontarsi, anche in vista del G20 in Italia, sui temi della tutela internazionale delle Indicazioni Geografiche – aggiunge Origin Italia -, per rafforzare la difesa delle nostre produzioni, e avere voce in capitolo in Europa per i temi del Farm to Fork e per la riforma del sistema delle Indicazioni Geografiche.

Offriamo al Governo la disponibilità dei nostri Consorzi e della rete delle nostre 80mila imprese – prosegue Baldrighi – per collaborare in maniera attiva sui territori a supporto della transizione ecologica; tema che riteniamo strategico e che da molti anni ci stiamo dedicando, con progetti che vanno dalla sostenibilità sociale a quella ambientale”.

Un ringraziamento sincero, infine, da parte del presidente Baldrighi alla Ministra Teresa Bellanova, che ha saputo dimostrare tutta la sua vicinanza al sistema delle Indicazioni Geografiche, attraverso un continuo supporto ed un dialogo costante, e con le battaglie europee portate avanti, come quella sul Nutriscore, fondamentale per le produzioni italiane di qualità.