Attività

17/05/2024
Origin Italia sale in sella: i prodotti DOP IGP al Giro d’Italia

  In collaborazione con il Masaf, ai vincitori delle tappe più rappresentative sarà consegnato un paniere di eccellenze del territorio […]

 

In collaborazione con il Masaf, ai vincitori delle tappe più rappresentative sarà consegnato un paniere di eccellenze del territorio di riferimento. 

Sarà un Giro d’Italia anche all’insegna delle eccellenze gastronomiche dei territori toccati dalle tappe di una delle gare ciclistiche più storiche e famose al mondo. L’iniziativa, promossa dal Ministero dell’agricoltura, sovranità alimentare e delle foreste in collaborazione con Origin Italia, l’Associazione Italiana Consorzi Indicazioni Geografiche che rappresenta oltre il 95% delle Indicazioni Geografiche italiane, ha preso il via domenica 12 maggio a Napoli con la premiazione della attuale Maglia Bianca del Giro (il giovane under 26 più avanti in classifica) l’olandese Cian Uijtdebroeks, che ha ricevuto un primo paniere di prodotti DOP IGP del territorio campano con Mozzarella e Ricotta di Bufala Campana DOP, Limone di Sorrento IGP e Pasta di Gragnano IGP.

La seconda tappa si è svolta  il 17 maggio in Emilia-Romagna con l’arrivo a Cento (Ferrara). Al termine della tappa è stato consegnato al leader della classifica generale Tadej Pogačar un cesto contenente Parmigiano Reggiano DOP, Aceto Balsamico di Modena IGP, Aceto Balsamico Tradizionale di Modena DOP, Prosciutto di Parma DOP, Piadina Romagnola IGP e Mortadella Bologna IGP

“Il Giro d’Italia oltre che una storica competizione ciclistica, con i suoi 350 milioni di spettatori da tutto il mondo (secondo una indagine Nielsen) rappresenta una vetrina unica per l’Italia e i suoi territori, compresi i prodotti agroalimentari che rappresentano ormai un vero e proprio traino per quello che viene definito Turismo Dop – spiega il Presidente di Origin Italia, Cesare Baldrighi – ancora una volta Origin Italia è il riferimento e l’interlocutore diretto del Ministero dell’agricoltura, della sovranità alimentare e delle foreste per raccontare in eventi di grande respiro come questo le eccellenze del made in Italy”.

VISITA LA PAGINA DELL’INIZIATIVA